E dopodomani? Dagli eventi digitali agli eventi ibridi

28 Maggio, 2020

Oggi non hai scelta: se vuoi organizzare un evento devi optare per l’online. Domani ritorneranno anche gli eventi live, ma condizionati dalle norme di distanziamento sociale. E dopodomani, quando il new normal si sovrapporrà all’old normal?

Secondo un recente sondaggio rivolto ad aziende e operatori del mondo degli eventi, si va verso la contaminazione tra i due generi: arriverà il tempo degli eventi ibridi. Ritorneremo cioè a trovarci fianco a fianco ma tra gli ingredienti degli eventi di successo compariranno anche, almeno in parte, le soluzioni adottate in questa fase dell’emergenza Covid.

Saving, comodità e attenzione all’ambiente

Le ragioni sono molteplici, a partire dall’aspetto economico e logistico.

Prevedere la presenza fisica di chi vive nei pressi della location in cui si svolge un evento corporate e la possibilità, per chi è lontano, di collegarsi online, produrrà un saving piuttosto consistente. E permetterà di evitare a decine (o centinaia) di persone una scomoda trasferta.

Lato sostenibilità ambientale, le soluzioni digitali ammiccano alle aziende che fanno della Corporate Social Responsibility un elemento centrale. Sul piano creativo, infine, giocare su due tavoli – quello analogico e quello digitale – consentirà di esplorare percorsi inediti ed innovativi.

Per questa ragione, le agenzie che – come Springly – hanno tutta l’intenzione di proporre alle imprese progettualità all’avanguardia stanno già lavorando a ciò che si staglia all’orizzonte: gli eventi ibridi.